Catalogo Completo
AVVOCATI INCARDINATI NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI | Corso Avvocati Incardinati negli Enti Pubblici

COSTITUZIONE E AUTONOMIA DELL’UFFICIO LEGALE -COMPENSI PROFESSIONALI ANTICORRUZIONE -SISTEMA DELLE RESPONSABILITA’ -COPERTURE ASSICURATIVE

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui Crediti Formativi Professionali contattare la Segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Stefano Toschei
Consigliere TAR Lazio
Silvano Imbriaci
Avvocato Ufficio Legale INPS
Direzione Provinciale di Firenze
Fabrizio Di Marzio
Consigliere della Corte di Cassazione
Abilitato quale Professore di prima fascia in Diritto Privato e in Diritto Commerciale
Laura Monfeli
Referendario della Corte dei conti
Procura Regionale della Lombardia

 

 

PROSSIME INIZIATIVE !

 

Consulta l'elenco corsi dell'area tematica DIRITTO AMMINISTRATIVO e AVVOCATI INCARDINATI NEGLI ENTI PUBBLICI

 


PROGRAMMA DEL CORSO
Lo status differenziato degli avvocati incardinati

la duplice natura: dipendenti e professionisti
differenze con l’Avvocatura di Stato
differenze con i giuristi d’impresa

Avvocati di enti pubblici e riforma dell’ordinamento forense
le norme ordinamentali sugli avvocati degli enti pubblici
i principi della nuova legge professionale applicabili anche all’avvocato di ente pubblico
l’art. 23 della legge n. 247/2012
le novità rispetto alla disciplina previgente (art. 3 r.d.l. n. 1578/1933)
contenuto della norma

La costituzione dell’ufficio legale
la scelta di costituire l’ufficio legale interno
possibili forme di organizzazione del settore legale degli enti
limiti al potere discrezionale
ipotesi di difesa in giudizio a mezzo di funzionari
le società partecipate

I requisiti di autonomia e di indipendenza
presupposti per l’iscrizione nell’albo speciale
i regolamenti dei COA
il riferimento all’ufficio e al singolo avvocato
rapporti con la tecnostruttura e con gli organi apicali
il principio di esclusività: deroghe (Corte Cost. n. 91/2013)
convenzioni e uffici unici di avvocatura (L. n. 244/2007): la posizione della giurisprudenza
le gerarchie interne: coordinamento e responsabilità dell’ufficio
gli avvocati “dirigenti”: le dotazioni organiche e la legge di stabilità per il 2016
i concetti di autonomia e di indipendenza
la questione dell’orario di lavoro

Avvocati incardinati e normativa anticorruzione
l’Ufficio Legale come area a rischio
l’impatto del nuovo Piano Nazionale Anticorruzione 2017-2019
il nuovo Decreto Legislativo sulla trasparenza (D.Lgs. 97/2016)
Stefano Toschei

Avvocati incardinati e compensi professionali (in generale)

la struttura della retribuzione degli avvocati dipendenti
il diritto alla liquidazione dei compensi professionali
natura giuridica dei compensi professionali
rapporti con la parte variabile della retribuzione e con la retribuzione di risultato
i compensi incentivanti
la questione del controllo sulla performance dell’avvocato dipendente
il ruolo dei regolamenti amministrativi e della contrattazione collettiva

La disciplina dei compensi prima del 2014
il lungo cammino verso la disciplina normativa di cui al D.L. n. 90/2014
le acquisizioni della giurisprudenza e i regolamenti degli enti
le scarse indicazioni normative
compensi professionali e risparmi di spesa
la questione degli oneri riflessi e la posizione della Corte Costituzionale
la giurisprudenza della Corte dei Conti sugli oneri riflessi
oneri riflessi ed IRAP
le norme sulla spending review
l’art. 9 comma 2 bis del D.L. n. 78/2010
l’inclusione dei compensi professionali
la successiva produzione normativa

L’art. 9 del D.L. n. 90/2014 (conv. in L. n. 114/2014)
la storia della formazione dell’art. 9 D.L. n. 90/2014
la disciplina contenuta nella prima versione del decreto legge (24 giugno 2014)
le modifiche intervenute in sede di conversione
il rinvio ai regolamenti e alla contrattazione collettiva
i tetti di spesa contenuti nell’art. 9
il limite generale complessivo
il limite dello stanziamento di bilancio
il limite individuale del trattamento economico
la distinzione tra compensi riscossi e compensi a carico dell’ente
il diritto alle somme riscosse: limiti
il concetto di sentenza favorevole
il diritto agli onorari compensati: limiti
il rinvio ai regolamenti degli enti
il limite generale dell’invarianza di bilancio
Silvano Imbriaci

La responsabilità disciplinare

la violazione degli obblighi normativi e contrattuali
l’attestazione della falsa presenza in servizio
lo schema del decreto legislativo recante le modifiche all'art. 55-quater del D.Lgs 30/3/2001,n. 165
parere del Consiglio di Stato del 16/3/2016, n.864

La responsabilità civile
responsabilità dell’amministrazione e responsabilità del singolo
è possibile una responsabilità contrattuale dell’avvocato dipendente?
responsabilità extracontrattuale per danni a terzi
solidarietà passiva tra P.A. e suoi dipendenti
ipotesi di esclusione della occasionalità necessaria

La responsabilità professionale
l’appartenenza all’albo speciale
le connesse responsabilità di tipo disciplinare e deontologico; l’obbligo di denuncia
Fabrizio Di Marzio

La responsabilità amministrativa per danno erariale

fonti normative (L. n. 19 e L. n. 20/1994)
rapporto di servizio: inserimento nell’apparato organizzativo dell’ente
condotta: violazione dei doveri di ufficio e degli obblighi di gestione
comportamento omissivo (omessa vigilanza)
sindacabilità delle scelte di carattere professionale
concorso nella condotta; danno erariale
elemento psicologico: dolo e colpa grave
riflessi in occasione di attività consulenziale

La copertura assicurativa obbligatoria
rischio professionale e responsabilità nella recente giurisprudenza di cassazione
assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile
oggetto dell’assicurazione
inottemperanza dell’obbligo e conseguenze disciplinari
normativa secondaria di attuazione
Laura Monfeli

 

NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40 - 56.27.733 - 54.40.89)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 
Quota di partecipazione individuale
Euro 1.250,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazioni di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA.
 
Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT56 o031 1101 0080 0000 0002 626

 


Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00
;
 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.

 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter