Diritto Amministrativo
IL NUOVO SCENARIO NORMATIVO E COMPETITIVO DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI | Corso Diritto Amministrativo

 

Invia ad un amico
  • Captcha
<p>
	<em><strong>Per informazioni sui crediti formativi professionali contattare la segreteria ITA</strong></em></p>
Brochure stampabile Brochure stampabile
Iscrizione


RELATORI

Roberto Chieppa
Consigliere di Stato
Segretario Generale dell’Autorità Garante
della Concorrenza e del Mercato
Arduino D’Anna
Direzione Generale dell’Autorità Garante
della Concorrenza e del Mercato
Daniela Morgante
Consigliere della Corte dei conti

 


Data e sede del corso da definirsi
PROGRAMMA DEL CORSO
Il servizio pubblico locale: assetto istituzionale e novità del quadro normativo

sintesi degli interventi legislativi e della giurisprudenza comunitaria e nazionale
le novità introdotte dal decreto Madia sui SPL alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n. 199/2012 e dei risultati del referendum del giugno 2011
assetto istituzionale, ruolo e funzioni dei comuni, delle città metropolitane, delle regioni e degli organismi di governo locale, delle autorità di settore, antitrust e ANAC: legislazione regionale, regolazione pro-concorrenziale e profili di amministrazione
il Testo unico sui servizi pubblici locali: integrazione con le norme del Testo unico sulle società a partecipazione pubblica
integrazione e prevalenza sulle normative settoriali: focus su trasporto pubblico locale, gestione del ciclo dei rifiuti, servizio idrico integrato
ambito di applicazione della normativa vigente: servizi regolati e servizi “innominati”
gli altri servizi: illuminazione pubblica, asili nido, gestione dei parcheggi ed altre infrastrutture pubbliche, servizi cimiteriali
limiti alla discrezionalità dell’amministrazione nell’assunzione di nuovi servizi pubblici locali

Assunzione dei SPL e modelli di gestione
dalla delibera di “assunzione” all’affidamento in esclusiva del servizio: il procedimento per esclusione
individuazione dei bisogni della comunità locali: limiti e presupposti dell’intervento pubblico
indagine sull’idoneità del mercato a soddisfare i bisogni delle comunità locali: le forme di consultazione degli operatori del mercato
forme di regolazione intermedie: attribuzione di diritti speciali e/o compensazione degli OSP
provvedimento motivato per l’affidamento in esclusiva dei servizi: presupposti e limiti di carattere formale e sostanziale
durata dell’affidamento: ammortamento degli investimenti e allocazione del rischio
regime di gestione delle reti, degli impianti e delle dotazioni essenziali per lo svolgimento dei servizi
principali modelli di procedure utilizzabili per l’affidamento dei servizi pubblici locali
concessione e appalto di servizi di TPL alla luce delle recenti Direttive U.E.: cenni al D.Lgs. n. 50/2016
dialogo competitivo con le aziende: nuove forme di collaborazione tra pubblico e privato
le gare: requisiti di partecipazione, termini per la presentazione delle offerte, criteri di aggiudicazione e partecipazione delle aggregazioni di imprese
gara per l’individuazione del socio privato: presupposti e limiti anche alla luce del Testo unico sulle società partecipate

Affidamento in-house
cosa rimane dell’in-house providing: praticabilità dell’istituto, limiti all’operatività delle società in-house e vincoli di finanza pubblica
requisiti del nuovo affidamento in-house dopo le direttive sugli appalti e concessioni
giustificazione del mancato ricorso al mercato e analisi comparativa tra in-house e mercato
costi standard e sovracompensazione degli oneri di servizio pubblico: i criteri Altmark
parere obbligatorio dell’AGCM: prassi sviluppatasi in applicazione dell’art. 23-bis del D.L. 112/2008 e dell’art. 4 del D.L. 138/2011
affidamento in-house e piani di razionalizzazione delle società pubbliche: convergenza tra disciplina dei SPL e delle società a partecipazione pubblica
gestione in economia o mediante azienda speciale
art. 21-bis della L. n. 287/1990: caratteristiche generali dell’istituto e casistica in materia di SPL

La responsabilità amministrativa nei SPL
presupposti della giurisdizione della Corte dei conti
il rapporto di servizio
la posizione del concessionario di servizio pubblico
la violazione degli obblighi di servizio pubblico da parte del concessionario
concessionario privato, misto, pubblico nel nuovo Testo unico
la giurisdizione della Corte dei conti sulle società a partecipazione pubblica e sulle società in-house nell’evoluzione giurisprudenziale
le azioni a tutela delle società a partecipazione pubblica e del socio pubblico nel nuovo Testo unico
peculiarità delle società in-house


NOTE ORGANIZZATIVE DEL CORSO
Modalità di iscrizione
Telefonare alla Segreteria ITA (011/56.11.426 - 56.24.402 - 54.04.97).
In seguito confermare l'iscrizione via fax (011/53.01.40)
o via internet (http://www.itasoi.it).
 

Quota di partecipazione individuale
Euro 850,00 più IVA.
La quota di partecipazione è comprensiva di documentazione, colazione di lavoro e coffee-break.
SONO PREVISTE CONVENZIONI-ABBONAMENTI E CONDIZIONI AGEVOLATE PER ISCRIZIONI MULTIPLE.
PER INFORMAZIONI CONTATTARE LA SEGRETERIA ITA
 

Modalità di pagamento
Versamento della quota con:
invio di assegno bancario o circolare intestato a ITA Srl;
bonifico bancario da effettuarsi presso Banca del Piemonte IBAN: IT55 D030 4801 0000 0000 0088 066
oppure presso Banca Regionale Europea - FIL. Torino 10 IBAN: IT19 B069 0601 0090 0000 0002 626
 


Orario
9,00 - 13,00 / 14,30 - 17,00.
 

Prenotazione alberghiera
La Segreteria ITA è a disposizione dei partecipanti per prenotazioni alberghiere a tariffe preferenziali nei limiti delle disponibilità.
 

Disdetta iscrizione
Qualora non pervenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento verrà fatturata l'intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

ITA - Via Brofferio, 3 - 10121 Torino
Tel. 011/56.11.426 - Fax 011/53.01.40
www.itasoi.it - ita@itasoi.it

Iscrivitialla Newsletter